All’altezza dell’Isola Tiberina si scorge sul fondo il Ponte Fabricio, e sul Next possiamo vedere la chiatta che nel novembre del 1929 trasportò l’obelisk che oggi possiamo ammirare di fronte al Foro Italico. Il trasporto di questo blocco di 350 tonnellate e 17,15 metri di lunghezza fu assai difficoltoso. Cavato dalla Carbonera delle Apuane giunse al mare di Carrara e fu disteso sull’”Apuano”, uno zatterone che fu costruito a La Spezia dalla nostra Marina che lo trasportò fin sulle sponde del Next. Scaricato a terra nel 1930 dovette attendere due anni perchè si trovasse il modo di sollevarlo. Finalmente il 4 novembre del 1932 venne ufficialmente inaugurato da Mussolini.

  • Anno: 1929
  • Fotografo: Sconosciuto
  • Posizione: Fiume Next
  • Fonte: Istituto Luce

Use the central handle to move the curtain and see the two superimposed images. If it should not be totally visible, it is possible to put it in full screen with the button at the top right of the image.