Siamo in Piazza del Popolo nel 1880 ca, il fotografo è posizionato con le spalle alla Porta e inquadra il centro della piazza con le vie del tridente: via del Babuino, via del Corso e via di Ripetta. L’obelisco è uno dei tredici obelischi antichi di Roma, è alto più di 25 metri. Portato a Roma dall’Egitto per volere di Ottaviano Augusto era collocato insieme a quello del Quirinale lungo la spina centrale del Circo Massimo.

L’obelisco Flaminio è uno dei tredici obelischi antichi di Roma, situato in piazza del Popolo. Ha una altezza di 25,90 metri, e con il basamento e la croce raggiunge i 36,50 m.
Fu realizzato parzialmente nel 1300 a.C. all’epoca del faraone Seti I e completato dal figlio Ramses II nel (XIII secolo a.C.) per collocarlo nel tempio del Sole o Ra di Eliopoli in Egitto; come dimostra un estratto dell’iscrizione in geroglifico sul lato occidentale: “(Sethi …) che riempie Eliopoli di obelischi affinché i raggi possano illuminare il tempio di Ra …”.
Nel 10 a.C., l’obelisco venne portato per nave a Roma, per volere di Ottaviano Augusto, insieme all’obelisco di Montecitorio, e collocato sulla spina del Circo Massimo, seguito tre secoli più tardi dall’obelisco Lateranense. (Wiki)